chi è Mario Monti?

Conoscere il nemico. Prima regola in guerra.

Inserisco in questo post la biografia essenziale di Monti, scopiazzandola di sana pianta da Wikipedia.

Ma cercherò di illustrare nei prossimi post ad uno ad uno i vari incarichi svolti da Rigor Montis (come lo chiama Grillo 🙂 ) nella sua illustre carriera, per capire chi veramente è, per conto di chi veramente agisce e quale è il vero scopo del suo operato.


Mario Monti (Varese19 marzo 1943) è un economistaaccademico e politico italiano.

È senatore a vita dal 9 novembre 2011 e dal successivo 16 novembre assume, per la prima volta, l’incarico di Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana e allo stesso tempo di Ministro dell’Economia e delle Finanze dello stesso governo.

Presidente dell’Università Bocconi dal 1994, Monti è stato commissario europeo per il Mercato Interno tra il 1995 e il 1999 nellaCommissione Santer; sotto la Commissione Prodi ha rivestito il ruolo di commissario europeo per la concorrenza fino al 2004.

Si diploma all’Istituto Leone XIII di Milano. Nel 1965 consegue la laurea in economia presso l’Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano e trascorre un anno all’Università di Yale (Stati Uniti), con una borsa di studio, avendo come professore James TobinPremio Nobel per l’economia nel 1981. Nel 1969 è professore ordinario presso l’Università degli Studi di Trento.

Dal 1970 insegna presso l’Università degli Studi di Torino, che lascia nel 1985 per diventare professore di economia politica presso l’Università Bocconi di Milano, dove diventa direttore dell’Istituto di Economia Politica e dove dal 1985 al 1995 è anche direttore delGiornale degli economisti e Annali di economia.

Monti è chiamato a rivestire incarichi di rilievo in commissioni governative e parlamentari: è relatore della commissione sulla difesa del risparmio finanziario dall’inflazione (1981), presidente della commissione sul sistema creditizio e finanziario (1981-1982), membro della Commissione Sarcinelli (19861987) e del Comitato Spaventa sul debito pubblico (19881989). Dal 1988 al 1990 è vicepresidente dellaComit.

Sempre alla Bocconi assume la carica di rettore (1989-1994) e successivamente quella di presidente (1994), alla morte di Giovanni Spadolini. Attualmente si è sospeso dalla carica di presidente dell’Università fino a quando sarà in carica come presidente del consiglio dei ministri.

Monti, allora rettore della Bocconi, è indicato come candidato italiano per la nomina a commissario europeo nel 1994 dal governo Berlusconi I, assieme alla radicale Emma BoninoJacques Santer, presidente della commissione, gli assegna le deleghe a Mercato Interno, Servizi Finanziari e Integrazione FinanziariaFiscalità ed Unione Doganale.

Nel 1999 la Commissione Santer si dimette in blocco, a causa di uno scandalo legato a cattive pratiche di gestione ed amministrazione da parte di alcuni commissari ma non coinvolge Mario Monti.

Nel 1999 Monti viene confermato commissario europeo dal governo D’Alema I, che indica Romano Prodi come secondo rappresentante per la Commissione UE, di cui lo stesso Prodi diviene presidente, e riceve la delega alla Concorrenza. Sotto la sua guida laCommissione Europea approfondisce il ruolo di controllo della concorrenza, inaugurando il procedimento contro la Microsoft (tuttora in corso) e bloccando nel 2001 la proposta di fusione tra General Electric e Honeywell, considerata contraria alle normative antitrust.

È stato, tra il 2005 ed il 2008, il primo presidente del Bruegel, un comitato di analisi delle politiche economiche (think-tank), nato aBruxelles nel 2005.

Nel 2010 è inoltre divenuto presidente europeo della Commissione Trilaterale, un gruppo di interesse di orientamento neoliberista fondato nel 1973 da David Rockefeller e membro del comitato direttivo del Gruppo Bilderberg. Da questi incarichi si è dimesso il 24 novembre 2011, a seguito della nomina a presidente del Consiglio.

Tra il 2005 e il 2011 è stato international advisor per Goldman Sachs e precisamente membro del Research Advisory Council del Goldman Sachs Global Market Institute, presieduto dalla economista statunitense Abby Joseph Cohen.

È stato inoltre advisor della Coca Cola Company, membro del “Senior European Advisory Council” di Moody’s ed è uno dei presidenti del “Business and Economics Advisors Group” dell’Atlantic Council.

Nel 2010, su incarico del presidente della Commissione Europea Barroso, ha redatto un libro bianco (Rapporto sul futuro del mercato unico) contenente misure considerate necessarie per il completamento del mercato unico europeo.

È editorialista de Il Corriere della Sera e autore di numerose pubblicazioni.


Direi che già dal suo curriculum qualcosa si capisce.

Ma vedremo più avanti…..


chi è Mario Monti?ultima modifica: 2012-04-01T11:20:00+00:00da alghul
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento